Menu

Eventi 2015-16

Olimpiadi italiano

Nei giorni 21 e 22 gennaio 2016 avranno luogo le prove di Istituto delle Olimpiadi di Italiano

per le categorie junior e senior.

 

Ulteriori informazioni

Vasari alle Olimpiadi di Italiano

www.olimpiadi-italiano.it/

 

 

Logo ISIS Vasari Logo RESISM

IO NON TREMO ... conoscere il terremoto

Mostra-laboratorio sul rischio sismico

Locandina mostra laboratorio Io non tremo

INAUGURAZIONE

Lunedì 11 Gennaio 2016 ore 10.00

presso la Biblioteca dell’ Istituto Giorgio Vasari di Figline e Incisa Valdarno

 

Interverranno:

Prof. Dario Albarello

Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente - Università degli Studi di Siena

Prof. Gianni Bartoli

Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale- Scuola di Ingegneria dell’Università degli Studi di Firenze

Ing. Giovanni Manieri

Collaboratore volontario della rete RESISM

 

 

Locandina  Pieghevole Breve guida
 

 

Com'è fatto l'Universo

Download PDF

 

Logo ISIS Vasari Logo RESISM

IO NON TREMO ... conoscere il terremoto

Mostra-laboratorio sul rischio sismico

Locandina mostra laboratorio Io non tremo

Visite guidate - attività laboratoriale e visione filmati per  le scuole

Da Martedì 12 a Sabato 16 Gennaio orario mattutino 

su prenotazione (durata 75 minuti)

Visite guidate e visione filmati per  il  pubblico

Mercoledì 13 Gennaio ore 14.30-16.00

e Sabato ore 14.30-16.00 

su prenotazione (durata 75 minuti)

 

Gli studenti dell’indirizzo CAT (Costruzioni, Ambiente e Territorio) proporranno una visita guidata della mostra per avvicinare tutti i partecipanti al problema del rischio sismico, ai comportamenti da tenere in caso di terremoti e alla conoscenza degli elementi di base della prevenzione dei danni da terremoto. 

La visita si articolerà in una parte guidata dagli studenti e un'attività laboratoriale con l'uso di modellini guidata dai docenti dell'istituto e visione filmati.

 

 

Per prenotazioni ed informazioni:

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel.  055952087 

 

 

Locandina  Pieghevole Breve guida
 

Logo CTL                                                                                       Logo ISIS Vasari

12 e 19 novembre 2015

ore 10.00-12.00

Biblioteca ISIS Vasari

 

Orlando Furioso per figuras

Incontro rivolto agli studenti dell'istituto

promosso dal Centro Elaborazione Informatica di Testi e Immagini nella Tradizione Letteraria

 

12 e 19 novembre 2015

ore 15.00-17.00

Laboratorio Informatica 1 - ISIS Vasari

Digital humanities 

Seminario rivolto ai docenti dell'istituto 

promosso dal Centro Elaborazione Informatica di Testi e Immagini nella Tradizione Letteraria

 

Per ulteriori informazioni sul progetto Ctl Scuole e sulle attività del centro:  Ctl

PISA. L'Orlando Furioso tradotto in immagini e digitalizzato. E' nata così la Collezione digitale "L'Orlando Furioso e la sua traduzione in immagini", ideata dalla professoressa Lina Bolzoni della Scuola Normale di Pisa e che ha coinvolto varie Università italiane, tra cui quella di Pisa. L'"Orlando Furioso" ha incrociato così le potenzialità dei motori di ricerca e della digitalizzazione dei testi e propone un archivio digitale delle illustrazioni che accompagnano le edizioni cinquecentesche del capolavoro ariostesco. «Quasi tutti, oggi _ dice Lina Bolzoni _ sanno che si naviga in Internet. Ma molti hanno dimenticato che si può navigare attraverso i testi, per poemi e romanzi, e che proprio il viaggio, e il viaggio difficoltoso per mare, sempre esposto ai rischi del fallimento e del naufragio, è stato per secoli una metafora usata da chi scrive e da chi legge: una splendida metafora per la scrittura e per la lettura. Ora grazie anche ai finanziamenti europei allargheremo il discorso con la stessa metodologia. Dopo l'Orlando Furioso, che dobbiamo completare, stiamo pensando alla poesia cavalleresca e al poema epico-mitologico "La Metamorfosi" di Ovidio.(…)Ma tornando alla preziosissima Collezione sul "Furioso", essa raccoglie anche una ricca galleria di opere d'arte a soggetto ariostesco che integrano la raccolta degli apparati iconografici e rendono ancor più evidente il successo del "Furioso" nell'immaginario cinquecentesco e dei secoli successivi. "Le illustrazioni e i paratesti delle edizioni _ dice Lina Bolzoni _ sono stati codificati e sono navigabili per edizione, per canto, per tipologia (illustrazioni, allegorie, ottave d'argomento, lettere dedicatorie) e per criteri specifici". La collezione comprende inoltre le descrizioni bibliografiche complete delle edizioni di riferimento (Zoppino 1536, Giolito 1542, Valvassori 1553, Valgrisi 1556) Si è scelto come testo di riferimento l'edizione dell'"Orlando Furioso" Debenedetti-Segre rivista da Bigi (1982). L'Orlando Furioso con le sue numerose edizioni, traduzioni, rielaborazioni teatrali, rappresenta una delle opere di maggior successo della letteratura italiana. Fin dalla sua prima apparizione il testo si conquistò rapidamente una posizione di primo piano nel dibattito critico e fu oggetto di apologie e polemiche. Da subito dunque il Furioso fu oggetto di una ricezione per immagini che si avvale di supporti diversi e si diffrange nei vari generi figurativi, dalle arti decorative alla pittura. Benché la trasposizione in immagini del Furioso sia stata oggetto di numerosi sondaggi, essa non è stata studiata in modo sistematico né come un episodio della storia della ricezione del poema, né come un momento rappresentativo della storia delle idee e del particolare rapporto che nel XVI secolo vincola parola e rappresentazione visiva. I risultati di questo lavoro sono consultabili all'indirizzo internet www.ctl.sns.it/furioso, mentre il  volume curato da Lina Bolzoni, Serena Pezzini e Giovanna Rizzarelli, "Tra mille carte vive ancora. Ricezione del Furioso tra immagini e parole" (Lucca, Pacini Fazzi, 2011, pp. 470) documenta i risultati critici della ricerca.

Marco Barabotti (“Il Tirreno” 3/2/2013)

 

 
 

Pagina 1 di 2

Go to top